iPhone X e nuovo iOS: qualche commento più a freddo

A valle di tutto quello che si è detto su iPhone X e sul nuovo iPhone 11, volevo aggiungere qualche considerazione che fin qui non è emersa (almeno su queste pagine)

-sono felice che Apple non abbia seguito (come qualcuno aveva invece pronosticato) la via degli schermi curvi (stile Samsung Edge, per intenderci): trovo che sia veramente contro ogni dettame ergonomico

-sono felice che Apple non abbia messo un touch-ID sulla parte posteriore del telefono: lo troverei decisamente scomodo, anche se non è detto che Apple possa percorrere questa via su uno dei prossimi modelli, come alternativa meno costosa rispetto al Face-ID e al possibile Touch-ID sotto lo schermo

-non avevo ancora accennato al fatto che iOS11 utilizza nuovi algoritmi di compressione per foto e video, a tutto beneficio dello spazio libero sul telefono

-forse manca già da tempo,o forse è una novità di iOS11… o forse ancora, ho preso io un abbaglio… ma non vedo più (tra le impostazioni) la possibilità di definire gli account di FaceBook Twitter, ecc…

-trovo infinitamente comodo, in watchOS4, l’aggiunta della torcia (confesso che avevo già pianificato di realizzare un’App per Apple watch con lo stesso scopo… sono stato preceduto)

-in pochi giorni già due aggiornamenti: 10.0.1 e 10.0.2… (tutto in regola, invece, per watchOS)

-ultima, ma non meno importante: mi capitata ormai raramente di aprire iTunes sul Mac (tipicamente lo faccio solo per effettuare il backup dei dispositivi iOS quando ci sono dei cambi dei dispositivi stessi o nuove versioni di iOS) ma proprio ieri ho notato che non è più possibile scaricare o gestire le App… si possono solo gestire i file associati alla varie App (per quelle che offrono questa opzione, in un certo modo legata alla nuova App Files) . Bene? Male? Non lo so…

3 Commenti

    • Non lo so… già da qualche anno non era comunque più possibile importare le App da iPhone/iPad alla libreria di iTunes, e l’idea di tenere aggiornate non solo le App sui vari device, ma anche la libreria in iTunes, era un “obbligo” per me insostenibile, anche per questione di spazio occupato e velocità di download.
      Inoltre, le vecchie versioni di App non sono comunque più utilizzabili con iOS11, che richiede obbligatoriamente il passaggio a 64bit.
      Se invece ti trovi ad utilizzare vecchi dispositivi, nel caso in cui l’App sia già stata scaricata anni fa dal tuo account, puoi comunque riscaricare la versione vecchia dallo Store (verificato con l’iPhone 4 e iOS7 che ho appena passato a mio figlio).
      Stringendo: l’unica occasione in cui mi era utile questa funzione era in caso di backup e ripristino su un nuovo device, per evitare di riscaricare tutte le App, ma questo non lo posso più fare già da qualche anno, quindi non trovo molto penalizzante l’ultimo passaggio…

      • Ma il punto è che è una funzione che c’era e che anche se utilizzava solo una parte dell’utenza è arbitrario eliminarla in favore di…. nulla.
        Apple non è nuova a scelte del genere, e se eliminare il jack 3,5 ha uno scopo, idem escludere le app a
        32 bit, eliminare funzioni dal software o dai s.o. spesso non lo ha, se non una “visione” dei programmatori (o del marketing) dell’azienda che vanno al di là dell’uso che ne viene fatto da parte dell’utenza.

        Concludendo, non stiamo discutendo se a me o a te quella funzione potesse essere utile (a me invece è capitato di reinstallare vecchie versioni di app ad esempio) ma che a parte dell’utenza lo fosse.
        Se apple avesse sostituito la cosa con la possibilità di reinstallare vecchie versioni dell’app direttamente da Iphone e Ipad non avrei avuto nulla da ridire, perchè appunto non si eliminava la possibilità ma si dava un’altra strada per farlo, tra l’altro più logica e meno macchinosa che cancellare e sostituire il file .ipa.

        Cioè se apple dovvese eliminare cose che io o tu non usiamo sicuramente c’è chi invece ne rimarrebbe scontento.

        Il commento riguarda la “volontà” di eliminare funzioni che POSSONO essere utili in certi casi.

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.