cambiamenti in vista

Non voglio tediarvi troppo con le mie vicende personali, ma chi di voi mi segue anche su Punto-Informatico avrà notato che il sito è stato completamente ridisegnato, e che l’ultimo mio articolo risale ormai allo scorso maggio. Continua a leggere →

tre cose nel futuro di Apple

I mesi centrali dell’estate sono un periodo solitamente poco denso di notizie, quindi è facile imbattersi anche in qualche notizia che, sebbene non completamente inventata, sicuramente lascia spazio a molte fantasie. Spesso si tratta di ipotesi tratte da brevetti veri realmente depositati da Apple (ma sappiamo benissimo che non tutti i brevetti si traducono in un prodotot reale, e spesso sono solo un modo per mettersi al riparo da possibili “patent troll”) altre volte sono fantasie che rispecchiano l desideri degli utenti, altre volte ancora sono necessità dettate dal biuon senso o da questioni normative che stanno semplicemente attendendo il momento opportuno per essere attuate. Andiamo a vedere tre di queste fantasie o indiscrezionei più o meno realistiche, che ruotano intorno al mondo Apple. Continua a leggere →

i conti di Apple: una trimestrale di facile lettura

I dati presentati ieri sera da Cupertino (in un clima quasi di terrore economico visti alcuni precedenti delle scorse settimane che anno causato scossoni a Wall Street) ci dicono in pochi numeri delle cose molto precise e ben identificabili di quello che sta succedendo attorno i prodotti della mela. Continua a leggere →

il segreto svelato

Abbiamo parlato a lungo dell’ipotesi di unificazione delle App per iOS e macOS, ipotesi che poteva trovare supporto anche dall’altro grande argomento dei mesi scorsi, ovvero la possibilità che Apple torni a realizzare dei Mac con architettura proprietaria (cosa che rimane comunque plausibile, visto quanto Apple sta correndo nell’ottimizzazione dei SoC ARM che progetta per i propri device).

Continua a leggere →

iMac, vent’anni sulla cresta dell’onda

Nel maggio di vent’anni fa, Steve Jobs presentava l’iMac. Era la sua rivincita su quella Apple che l’aveva allontanato per poi riprenderselo, la sua scommessa per il futuro… perché di idee Steve Jobs ne aveva ancora molte da realizzare, ma per iniziare serviva qualcosa in grado di rimettere in salute Apple, e Jobs ha voluto ripartire esattamente da dove l’aveva lasciata.

Ho avuto la possibilita di lavorare con diversi iMac, tra cui l’iMac G5 da 27″, macchina che ho apprezzato a lungo prima di passare definitivamente ed esclusivamente ai portatili. Oggi, se dovessi comprare un fisso, non sarei così sicuro di guardare ancora all’all-in-one della mela, ma dovessi comprare un Mac fisso oggi, probabilmente aspetterei qualche mese per capire in che modo Apple ha intenzione di rivoluzionare il mondo dei Mac fissi. Ma ora vi lascio alla breve cronisotria che ho pubblicato qualche tempo fa su Punto-Informatico..

Continua a leggere →