non solo X (e relative polemiche)

A valle della presentazione di martedì sera, una delle critiche più frequenti che si sentono riguarda il prezzo del nuovo iPhone X (che, per chi ne fosse ancora all’oscuro, parte da 1’189 Euro).

Forse molti dimenticano che già l’iPhone 6 plus da 128GB (annata 2014) costava più di 1’000 Euro, e l’iPhone 7 plus da 256GB, al lancio, costava 1’159 Euro; lo stesso iPhone 8 plus costa 1119 Euro nella configurazione da 256GB. In definitiva, iPhone X non è certo il primo melafonino ad aver infranto la soglia psicologica dei 1’000 Euro. Continua a leggere →

Apple: un futuro in iPhone X

Vi propongo prima la mia “impressione a caldo” sull’evento di ieri sera, poi (nelle ore a seguire) un approfondimento basato su alcuni commenti letti in rete.

Apple Watch 3 ed Apple TV 4K

Anche stavolta Apple ha trovato il modo di far parlare di sé, e non solo per i dispositivi presentati nel corso dell’evento che si è svolto ieri sera, ma almeno per altri due motivi. Il primo è la nuova sede utilizzata per l’evento, e il secondo è la clamorosa fuga di notizie che ha preceduto di poche ore la presentazione ufficiale.

Già lo scorso anno Tim Cook aveva preannunciato che nel 2017 avrebbe desiderato inaugurare la sala conferenze dedicata a Steve Jobs nella nuovissima sede Apple, e così è stato. Continua a leggere →

Trimestrale Apple, la ripresa dell’iPad

Innanzitutto mi scuso con chi mi segue se sto aggiornando questo blog con frequenza bassissima, ma tra ferie (che quest’anno ho voluto godermi al 100%) e impegni vari (lavorativi e personali) il tempo scarseggia sempre di più…

Ma andiamo direttamente sull’argomento trimestrale. All’analisi riportata qui sotto (pubblicata, come di consueto, su Punto-Informatico) non ho molto da aggiungere, anche perché il momento estivo è calmo in attesa del botto di prodotti che arriverà in autunno, oltre alle nuove versioni di iOS e OSX. L’unica cosa sulla quale vorrei soffermarmi (anche se ha alcuna relazione con questa trimestrale, e probabilmente il suo impatto sarà minimo anche sulla prossima) è la decisione di Apple di cessare la produzione di iPod (a parte il modello touch, che essendo basato su iOS ha un certo indotto anche dalle App). Avevamo più volte ipotizzato questa strada, e nei giorni scorsi è arrivata la notizia in via ufficiosa, senza alcun comunicato. iPod ha dato tanto ad Apple, ma anche se è stato dismesso continua a vivere (se mi passate l’espressione) in ogni iPhone… magari prossimamente farò un articolo dedicato proprio alla sua storia, ma per ora vi lascio ai dati trimestrali di ieri. Continua a leggere →

WWDC 2017, un Keynote pieno di aggiornamenti

Per motivi sui quali non mi dilungo, seguire ieri sera il keynote di apertura della WWDC2017 è stata un’impresa quasi impossibile, anche se i comunicati stampa di Apple si susseguivano a ritmi tali da lasciarmi intendere prima di tutto che mi stavo perdendo uno dei keynote più “densi” degli ultimi anni, e in secondo luogo che avrei dovuto perdere diverso tempo per rivedermi la presentazione in differita e recuperare tutte le informazioni necessarie per condensare in poche righe gli elementi salienti di tutti i prodotti annunciati.

Anche se ne accenno già in conclusione dell’articolo, ci tengo a puntualizzare fin da subito quello che ritengo essere le cose migliori e peggiori: Continua a leggere →

Apple, una lunga strategia di investimenti

Si fa presto a parlare di “sviluppo”, ma dietro quello che utilizziamo ogni giorno ci sono spesso grossi investimenti, più o meno visibili, che contribuiscono in vario modo a creare ciò che utilizziamo, sia dal punto vi vista “tecnologico” che da quello della creazione di App e di nuove funzioni del sistema… ma anche, perché no, riguardo la diffusione del sistema, che inevitabilmente porta a nuove risorse per amplificare ulteriormente lo sviluppo. Non so se è la nuova gestione di Apple a rendere più evidente questo tipo di investimenti, se questi stanno effettivamente aumentanto, o se (semplicemente) la casa della mela segue quello che fa anche la concorrenza, che a sua volta si muove in base alle esigenze del mercato. In ogni caso Apple si sta muovendo molto attivamente, per cui vale la pena fare un breve riassunto prima dell’apertura della WWDC (abbandonando per una volta i rumors, per seguire qualcosa di concreto)…

Di seguito la mia analisi: Continua a leggere →